Attivazione Stage

Tempi di attivazione rapidi e certi

Unico referente per l'attivazione di tutti i vostri stage

Trasmissione dati e documenti in formato elettronico

Cura nell'organizzazione e assistenza continua

Attivazione dello Stage: che cos'è

Lo stage costituisce uno strumento utile all’azienda per conoscere e formare una nuova risorsa in modo specifico e secondo le proprie esigenze. Permette inoltre di poter valutare potenziali nuovi collaboratori senza i vincoli di un rapporto lavorativo, ma nel rispetto della normativa.

I tirocini Extracurriculari sono stati accorpati nell’unica tipologia “formativi, di orientamento, di inserimento/reinserimento lavorativo” pertanto non sussiste più la differenza con i soggetti che hanno conseguito un titolo di studio entro e non oltre i 12 mesi.

Servizio offerto: supporto personalizzato e consulenza normativa

Attiviamo e gestiamo lo stage su candidature fornite dal cliente, occupandoci di eventuali ritiri ed interruzioni, nonché dei monitoraggi in itinere e a conclusione dell’esperienza.

Nello specifico ci occupiamo di:

  • Analisi della pratica e attivazione stage
  • Stesura della Convenzione e del Progetto Formativo
  • RC verso terzi
  • Invio delle Comunicazioni obbligatorie su richiesta del Cliente
  • Consulenza telefonica per supporto operativo e normativo quotidiano
  • Tutoraggio Intermedio e Finale del tirocinante
Tempistiche del nostro servizio

Attiviamo stage/tirocini in soli 3 giorni lavorativi dal ricevimento della documentazione.

Dove operiamo

Attiviamo stage per Aziende con sede legale o sede di svolgimento dello Stage sul territorio lombardo.

Opportunità finanziate

Abbiamo aderito al programma  Dote Unica Lavoro di Regione Lombardia che ti permette di accedere a finanziamenti per l’attivazione di stage nella tua azienda.

Limiti all'attivazione di Stage Extracurriculari

È fatto divieto per professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate di ospitare un tirocinio extracurriculare qualora le mansioni del tirocinante riguardino attività tipiche o riservate alla professione. Pertanto il divieto sul soggetto ospitante si applica a professionisti abilitati e qualificati, limitatamente ad attività caratterizzanti la professione. Un elenco indicativo, non esaustivo, delle professioni regolamentate da provvedimenti legislativi è riportata nell’Allegato 6 al Quadro Regionale degli Standard Professionali.

Nel CONTEGGIO DELLE “RISORSE UMANE” si devono ricomprendere: il o i titolari d’impresa; i lavoratori con contratto a tempo indeterminato, determinato a condizione che il loro contratto abbia inizio prima dell’avvio del tirocinio e si concluda successivamente alla conclusione dello stesso; i soci lavoratori di cooperative, come definiti dalla legge 3 aprile 2001, n. 142.

Sono sempre esclusi dal conteggio delle risorse umane gli apprendisti.

Durata del tirocinio

DURATE MINIME dei tirocini sono:

Due mesi per i tirocini extracurriculari, ad eccezione del tirocinio svolto presso soggetti ospitanti che operano stagionalmente, per i quali la durata minima è ridotta ad un mese

DURATE MASSIME dei tirocini, ivi comprese le eventuali proroghe, sono:

  • sei mesi per i tirocini extracurriculari il cui Piano Formativo Individuale preveda l’acquisizione di competenze referenziate con EQF livello 2 e 3, prorogabile fino ad un massimo di ulteriori sei mesi qualora, nel corso della proroga, si preveda l’acquisizione di competenze referenziate con EQF di almeno livello 4;
  • dodici mesi per i tirocini extracurriculari il cui Piano Formativo Individuale preveda l’acquisizione di competenze referenziate con EQF di almeno livello 4.

SOSPENSIONE

Il tirocinante ha diritto ad una sospensione del tirocinio per maternità, malattia lunga o infortunio, cioè per una durata pari o superiore a 30 giorni solari, oppure per chiusure formalizzate del soggetto ospitante (della durata di almeno 15 giorni solari). Il periodo di sospensione non concorre al computo della durata complessiva del tirocinio.

Compenso minimo per uno stagista

Per la partecipazione ai tirocini extracurriculari e tirocini extracurriculari rivolti a studenti durante il periodo estivo è corrisposta al tirocinante un’indennità di importo definito dalle parti ed esplicitato nella convenzione di tirocinio che non potrà essere inferiore a:

  • euro 500 mensili, al lordo delle eventuali ritenute fiscali, riducibile a euro 400 mensili qualora si preveda la corresponsione di buoni pasto o l’erogazione del servizio mensa.
  • euro 350 euro mensili qualora l’attività di tirocinio non implichi un impegno giornaliero superiori a 4 ore.

L’indennità di partecipazione è erogata per intero a fronte di una partecipazione minima ai tirocini del 80% su base mensile.

Qualora la partecipazione sia inferiore al 80% su base mensile, l’indennità di partecipazione viene ridotta proporzionalmente, fermo restando il minimo di 300 euro mensili.
Nell’ipotesi di sospensione del tirocinio, durante tale periodo non sussiste l’obbligo di corresponsione dell’indennità di partecipazione.
Nel caso di tirocini in favore di lavoratori sospesi o disoccupati percettori di forme di sostegno al reddito, in quanto fruitori di ammortizzatori sociali, l’indennità di partecipazione non è dovuta, salvo eventuale rimborso spese di trasporto e trasferimento.
Nel caso di tirocini in favore di soggetti percettori di forme di sostegno al reddito, in assenza di rapporto di lavoro, è riconosciuta la facoltà ai soggetti ospitanti di erogare un’indennità di partecipazione cumulabile con l’ammortizzatore percepito, anche oltre l’importo mimino di euro 500 mensili, al lordo delle eventuali ritenute fiscali, riducibile a 400 euro mensili qualora si preveda la corresponsione di buoni pasto o l’erogazione del servizio mensa.

No Favorites Has Been Added!